Vendite di pesce in calo del 2% in Italia.Salvo il surgelato

Crescono filetti e bastoncini congelati. Il salmone nel fresco

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 14 MAG - Acquisti di pesce in calo di quasi il 2% in Italia nel 2018. Il dato di mercato è rilevato dall'Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare (Ismea). Dall'analisi emerge in particolare un incremento dell'acquisto per il pesce surgelato confezionato con una predominanza di filetti e bastoncini di merluzzo e platessa, che registra un incremento del 2,6%. Sono invece poche le specie nel comparto del fresco per le quali si segnala un aumento della domanda (salmone, pesce persico, orate, merluzzi, spada e meno le alici). Tra le conserve, a fronte di un calo per alici e sardine, cresce il salmone. Il report economico indica inoltre che "il consumo domestico del fresco rappresenta meno della metà (48%) della domanda complessiva di pesce". La distribuzione moderna si conferma il canale preferito dalle famiglie per l'acquisto di pesce (oltre l'80% nel 2018), a discapito dei punti vendita tradizionali. Lo studio mette infine in evidenza che "buona parte del pesce che arriva sulle tavole è di provenienza estera (comunitaria e, in misura lievemente minore, extracomunitaria)". L'import, in costante crescita nell'ultimo decennio, ha raggiunto - si specifica in una nota - 1,35 milioni di tonnellate nel 2018, generando esborsi complessivi pari a 5,9 miliardi di euro, circa un terzo in più rispetto a inizio decennio. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: