Vola il formaggio Squacquerone, +7,2% le vendite in un anno

Assolatte, business da 22 milioni per vero passepartout

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA - E' boom per lo Squacquerone, il formaggio cremoso con cui viene tradizionalmente farcita la piadina romagnola. Nell'ultimo anno il giro d'affari è aumentato del 7,2% come anche i volumi del 6,9% venduti in tutta Italia.

Un successo messo in evidenza da Assolatte, nel precisare che tra supermercati, ipermercati, superstore e discount in 12 mesi sono stati venduti quasi 2 milioni di kg di Squacquerone a peso variabile, per una spesa che ha superato i 22 milioni di euro.

Ma se si guarda solo allo Squacquerone venduto preconfezionato a peso fisso, allora il tasso di crescita è ancora più significativo con +17% a volume e +15,4% a valore.

A dividersi il mercato sono lo Squacquerone e lo Squacquerone di Romagna Dop, prodotto solo nelle province di Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini, Bologna e in parte di quella di Ferrara.

Entrambi questi formaggi sono realizzati con latte vaccino, lavorato in modo da ottenere una consistenza molto liquida. Di qui il suo nome, che si deve alla tendenza della pasta a sciogliersi al punto tale da dover essere confezionata per poterle dare una forma.

Lo Squacquerone ha una pasta facilmente spalmabile, dal sapore dolce dall'aroma delicato di latte, con una nota erbacea. E' perfetto sul pane o sulle tartine al salmone, da usare per farcire piadine e tigelle, da accompagnare a salumi sapidi e fichi caramellati e da gustare in aperitivi o pranzi veloci in spiaggia. Ottimo anche in cucina, dove rende più gustose le torte di verdura, dà un tocco cremoso ai risotti e alle vellutate ma anche per condire pasta e insalate di cereali. Non ultimo può fare da o dessert se servito con gelato oppure con frutti rossi e miele. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA