Con Cash Mob etico, il consumo responsabile sale del 18%

Ha coinvolto 37 punti vendita Coop, raggiungendo 10mila persone

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Promuovere il consumo responsabile nel carrello della spesa con un Cash Mob Etico e le vendite dei prodotti con i requisiti di sostenibilità ambientale, economica e sociale aumentano del 18%. Ad annunciarlo è Ancc-Coop, l'associazione che riunisce le Cooperative di Consumatori, che ha partecipato alle iniziative organizzate nell'ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile promosso dall'ASviS, l'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile. La seconda edizione del Cash Mob Etico che si è tenuto a metà maggio scorso, ha raggiunto 10 mila persone grazie al coinvolgimento di 37 punti vendita Coop in tutta Italia, 24 in più rispetto allo scorso anno e 6 cooperative di consumatori; sono stati compilati inoltre 2 mila questionari ed è stata potenziata la collaborazione con NeXt, Nuova Economia per Tutti.

Obiettivo dell'iniziativa è sensibilizzare i consumatori verso prodotti allineati con i principi dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite, come quelli biologici, di Libera Terra e del commercio equo e solidale. In pratica c'è stato un effetto sostituzione, rileva Coop, dove le persone hanno acquistato i prodotti responsabili "in sostituzione" di quelli convenzionali e non "in aggiunta a". Un dato che porta a pensare che questi consumatori potrebbero cambiare le loro scelte di acquisto favorendo, per sempre, i prodotti sostenibili. Il risultato si è verificato sopratutto sui prodotti di Coop della linea biologica ViviVerde (+16,2%) e su quella del commercio equo e solidale Solidal (+25,2%). "Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti da una vera azione concreta - dichiara il direttore Ancc-Coop, Albino Russo - Coop può davvero essere un esempio di equilibrio del mercato e grazie alla sua forza d'urto può generare effetti positivi". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA