Veronafiere apre nuova sede permanente in Cina

In distretto business di Shanghai

Redazione ANSA VERONA
(ANSA) - VERONA, 7 NOV - Veronafiere ha aperto a Shanghai una propria sede operativa permanente, nel centrale distretto del business di Xuhui. L'ente fieristico scaligero rafforza così la propria presenza in favore di brand strategici della filiera Italia: vino, marmo e construction, agritech sono gli asset in portfolio dalla Spa veronese che ora intende presidiare in pianta stabile anche il Paese del Dragone. "Veronafiere è sempre stata un esempio di attenzione per la Cina, di dinamismo imprenditoriale, di creatività e di qualità. L'inaugurazione della sua sede permanente, dopo 20 anni di presenza, si inserisce in un contesto di nuova apertura cinese. Il nostro Paese e Veronafiere condividono con la Cina della nuova era tre grandi concetti: qualità, innovazione e bellezza" ha detto l'Ambasciatore d'Italia in Cina, Ettore Sequi. Nello stesso edificio di Shanghai lavorano altre realtà italiane, a partire dal Consolato e dall'Ice, e questo, ha aggiunto Sequi, "consente al sistema Italia di presentarsi unito, con autorevolezza e credibilità". "Sono oltre 5mila gli operatori cinesi presenti a Marmomac, Vinitaly e Fieragricola in un percorso di internazionalizzazione multipolare" ha sottolineato il presidente di Veronafiere, Maurizio Danese, aggiungendo che "l'obiettivo è favorire il business attraverso un'azione e una presenza assidue e costanti". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: