Prevenzione al femminile sui treni, visite e consigli con Frecciarosa

Per tutto il mese di ottobre Gruppo FS Italiane mette a disposizione i propri treni per sostenere la campagna di sensibilizzazione

Redazione ANSA ROMA

 La prevenzione 'in rosa' sale a bordo dei treni, con visite senologiche gratuite e consigli. Da domani al 27 ottobre, nel mese dedicato alla prevenzione delle malattie che colpiscono le donne, il Gruppo FS Italiane - mette a disposizione i propri treni - per sostenere la campagna di sensibilizzazione Frecciarosa 2017, giunta alla settima edizione e promossa con l'Associazione IncontraDonna Onlus e il patrocinio del ministero della Salute. Da domani fino a venerdì 20 ottobre, a bordo di alcune Frecce saranno presenti medici specializzati a disposizione delle viaggiatrici per consulenze, visite gratuite e consigli sulla prevenzione. L'iniziativa sarà estesa nei FrecciaClub di Roma Termini e Milano Centrale presso il desk Frecciarosa presenziato dal personale IncontroDonna Onlus che distribuirà il "Vademecum della Salute" con l'ulteriore possibilità di visite senologiche in un' area dedicata. Inoltre, negli Help Center, di Santa Maria Novella, (24 ottobre) di Roma Termini (26 ottobre) e Napoli Centrale (27 ottobre) sarà possibile effettuare visite senologiche gratuite e richiedere consulenze. Le donne saranno accompagnate dagli operatori in un passaggio, la visita, che spesso rappresenta il superamento di barriere di paura, sfiducia, rinuncia a prendersi cura di sé. Da aprile scorso, Incontra Donna ha già avviato anche presso il Polo Sociale Roma Termini, in collaborazione con la cooperativa sociale Europe Consulting Onlus che lo gestisce, il progetto Dottor Binario, dedicato ai senza dimora. "Sensibilizzare i cittadini, soprattutto le donne che sono la centralità della famiglia, alla cultura della prevenzione è il primo obiettivo di questo progetto", ha dichiarato la presidente di IncontraDonna Onlus Adriana Bonifacino''. Negli anni Frecciarosa ha dato la possibilità di coinvolgere molte persone, con risultati importanti per quello che riguarda proprio la prevenzione e, in molti casi, la cura del tumore", ha aggiunto Sabrina De Filippis, responsabile commerciale e contratto di servizio universale di Trenitalia. 

Lorenzin, donne non abbiano paura prevenzione, è priorità
""Non dobbiamo avere paura della prevenzione, non dobbiamo avere paura di fare gli esami e di rispondere alle lettere per gli screening che arrivano a casa. Le donne tendono a trascurare la rispondenza alla chiamata gratuita anche per quanto riguarda lo screening oncologico". A dirlo è il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, intervenendo alla presentazione di Frecciarosa 2017. "E' estremamente necessario far capire che le visite vanno messe in agenda - spiega Lorenzin - come un impegno prioritario della propria vita, che non viene dopo aver portato a scuola i bambini, ma è un tema principale che riguarda anche la vita degli altri. Prendersi cura di se è una responsabilità verso se stesse, bisogna volersi bene". "La prevenzione comincia da quando si è piccoli - aggiunge - da noi come mamme che diamo l'imprinting ai nostri bambini e li educhiamo all'attività fisica". "Un altro messaggio- prosegue- riguarda il fumo, che è la prima causa di morte. La cosa più terribile non è solo che si comincia da giovanissimi ma che fumano moltissime donne. Prima alcune malattie erano molto meno incidenti nel mondo femminile perché le donne avevano altri stili di vita, fumavano di meno e bevevano di meno. Le donne fanno molta fatica a interrompere le dipendenze, il problema non è cominciare a fumare ma non riuscire a smettere. Quindi aiutiamo le donne a non cominciare proprio a fumare".


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA