Sonno e dolore, un circolo vizioso da spezzare

Se ne parlerà all'ateneo La Sapienza, venerdì 24 febbraio

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Le ricerche scientifiche hanno dimostrato come il sonno e il dolore siano due forme patologiche di un unico circolo vizioso. Per la prima volta in Italia un convegno sarà dedicato a questi due fenomeni al centro di un incontro previsto venerdì 24 febbraio, a partire dalle ore 9, nell'aula A1 del Polo Didattico di Odontoiatria dell'Università Sapienza di Roma, in via Caserta 6. Gli studi dunque hanno ormai chiaramente dimostrato come il sonno sia una delle condizioni più importanti per il nostro benessere fisico e mentale, così come per la nostra salute. Una notte insonne è già causa il giorno seguente di sonnolenza, deficit di concentrazione, di attenzione, di memoria, irritabilità. Molto gravi sono le conseguenze sulla salute di una insonnia cronica, che infatti favorisce il diabete, l'ipercolesterolemia, aumenta le patologie cardiocircolatorie quali infarto del miocardio ed ictus, riduce l'aspettativa di vita. "Dormire è fondamentale - dice Pierluigi Innocenti, neurologo e presidente di Assirem che organizza il convegno - per garantirci, attraverso il riposo, quel benessere fondamentale alla vita come mangiare e bere".

    Il dolore cronico, sia esso neuropatico od infiammatorio, è una delle condizioni più diffuse nella popolazione e non raramente si riscontra abbinato all'insonnia. E' ormai chiaro come il dolore sia una delle più frequenti condizioni che favoriscono l'insonnia cronica, ma altrettanto noto è che un disturbo del sonno contribuisce significativamente ad amplificare sia il dolore percepito che il correlato vissuto emotivo. E' quindi indispensabile nel trattare sia l'insonnia che il dolore, non trascurare entrambe le condizioni per un migliore risultato terapeutico.

    Il convegno organizzato dal Dipartimento di Neurologia e Psichiatria e Dottorato in Tecnologie innovative nelle malattie dello scheletro, della cute e del distretto oro-cranio-facciale dell'Università Sapienza in collaborazione con ASSIREM, associazione no-profit che si occupa del sonno e dei sui disturbi, vede la presenza di esperti del settore tra i quali il professor Giorgio Cruccu e la professoressa Antonella Polimeni dell'Università Sapienza, il professore Luigi Ferini-Strambi presidente dell'Associazione mondiale di Medicina del Sonno, il professore Raffaele Ferri presidente dell'Associazione Italiana di Medicina del Sonno.

    Il convegno, oltre che essere un approfondimento per chi si occupa di queste tematiche, vuole essere anche un momento educativo e di conoscenza per tutti i medici che nella loro attività quotidiana frequentemente debbono gestire in associazione sia condizioni di dolore cronico che disturbi del sonno. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA