Tra gusto e salute, le ricette per i "Dolci senza rimpianti'

Le potenzialità anti-cancro di frutta e spezie in un nuovo libro

Redazione ANSA ROMA

Dolci più sani e che sfruttano le potenzialità, riconoscendone anche i limiti, di sostanze antitumorali presenti nella frutta e nelle spezie utilizzate nelle ricette. Classici della pasticceria rivisitati in modo salutare. È un vero e proprio viaggio di gusto e salute quello offerto da Cesare Gridelli, Direttore del Dipartimento di Onco-Ematologia dell'Azienda Ospedaliera "Moscati" di Avellino, e da Antonietta Polcaro, pasticciera non professionista, in "Dolci senza rimpianti", edito da Gribaudo.
    "Mi sono reso conto che i dolci sono un aspetto importante della vita e a questo punto è meglio affrontare la problematica.


    Un consumo occasionale non è assolutamente un problema ma il problema può sorgere nel consumo quotidiano", spiega Gridelli, che aggiunge: "E' possibile ottenere dei dolci più salutari e inoltre vi è anche la potenzialità di sostanze antitumorali presenti ad esempio nella frutta e nelle spezie utilizzate nelle ricette". Il libro arriva dopo due volumi che l'oncologo ha dedicato sempre all'alimentazione, "In cucina contro il cancro" e "La cucina salvavita". Si scoprono, ad esempio, le potenzialità dei frutti di bosco: lamponi e fragole che contengono l'acido ellagico, che ha dimostrato capacità antiangiogenetica (cioè un effetto bloccante la formazione di vasi sanguigni da parte del tumore, che gli servono a 'nutrirsi'), ma anche i mirtilli neri, ricchi di flavonoidi che determinano apoptosi (morte programmata) delle cellule tumorali.


    E se le mele sembrano ridurre il rischio di tumori grazie a un potente antiossidante, la procianidina, contenuta in particolare nella varietà Renetta, anche la pesca, ricca di polifenoli ha delle proprietà importanti: in particolare alcuni ricercatori, utilizzandone l'estratto, hanno evidenziato nelle cavie attività contro cellule del carcinoma mammario molto aggressive, con una riduzione del loro potere metastatizzante. Lo zenzero ha dimostrato in laboratorio attività antitumorale contro il carcinoma del colon, del pancreas, della mammella, della prostata e il glioblastoma, mentre tra le spezie la noce moscata ha dimostrato su cavie di bloccare la crescita di tumori dell'intestino, della pelle e dei tessuti molli. Il cioccolato, molto amato nei dolci, è consigliabile consumarlo fondente con una percentuale di cacao di almeno il 70 %. È ricco di vitamine (A, B1, B2, B3, B9, B12, C, D), sali minerali e antiossidanti con attività antitumorale come i flavonoidi. E tra i dolcificanti, uno di quelli più in voga, la stevia, "può essere utilizzata per la preparazione dei dolci da forno essendo stabile alle alte temperature". Ha un retrogusto di liquirizia e risulta ben abbinabile con dolci al limone o al cioccolato, mentre non va bene con quelli dal sapore meno deciso.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: