Autopromotec, a Bologna riflettori puntati su aftermarket

Area espositiva più grande, anche sezione hybrid-ADAS

Redazione ANSA ROMA

In programma fino a domenica l'edizione 2019 di Autopromotec, biennale delle attrezzature e dell'aftermarket automobilistico, un evento di portata internazionale che da oltre 50 anni riunisce il settore dell'assistenza ai veicoli. Cinque giorni di manifestazione, nel Quartiere Fieristico di Bologna, durante i quali i professionisti dell'intera filiera possono ammirare il meglio per la manutenzione e la riparazione automotive e, allo stesso tempo, essere proiettati verso il futuro dell'assistenza ai veicoli, un mercato sempre più caratterizzato da guida autonoma, auto connesse, elettrificazione e mobilità condivisa. Autopromotec 2019 si presenta con un aumento del 4,4% del numero di aziende partecipanti e una superficie totale di 162.000 metri quadrati, ampliata di 4.000 metri quadrati: sono infatti oltre 1.650 le aziende che hanno scelto la manifestazione come vetrina per i propri prodotti e servizi, con una quota di aziende estere pari al 43%, per un totale di 53 paesi rappresentati. La mappa di Autopromotec 2019 si articola su 17 padiglioni e 5 aree esterne, ad accogliere tutti i sotto-settori del mercato Aftermarket. Le aziende sono raggruppate per categoria merceologica, in modo da consentire ai visitatori percorsi personalizzati sulla base dei differenti interessi professionali. Il mondo delle attrezzature per officina, l'assistenza pneumatici, il sollevamento e pneumatici e cerchi è in mostra in un'area contigua (Pad. 19, 20, 14, 15 e 22), così come ricambi, componenti e Car Services (Pad. 16, 18 e 21); come novità assoluta, un intero padiglione è dedicato ai lubrificanti (Pad.

28 e parte del 29). Anche le attrezzature e i prodotti per la carrozzeria trovano spazio in due padiglioni adiacenti (Pad. 26 e 29); il mondo della diagnostica è ospitato al padiglione 30, la parte relativa alle stazioni di servizio, agli autolavaggi e al Car Care al Pad. 25 e, infine, attrezzature polifunzionali, utensili e compressori al Pad. 36.

A conferma del ruolo di Autopromotec quale momento di approfondimento e crescita professionale per l'operatore del mercato dell'autoriparazione, torna anche per l'edizione 2019 l'arena convegnistica di AutopromotecEDU: il calendario di convegni e tavole rotonde sui temi più attuali per il mercato, che offre ai professionisti del settore interessanti spunti per ottimizzare, innovare e accrescere il proprio business. Per sensibilizzare gli autoriparatori sulla necessità di conoscere i nuovi sistemi di ausilio alla guida, garantendo così ai propri clienti la massima sicurezza post manutenzione, ad Autopromotec 2019 è allestito 'Hybrid & ADAS Village': un'area dedicata alle dimostrazioni dei sistemi ADAS di ultima generazione sulle auto ibride, realizzata in collaborazione con Quattroruote Professional. Il percorso concreto di Autopromotec verso l'autoriparazione del futuro prosegue con il progetto 'Officina X.0', sviluppato in collaborazione con Accenture all'interno del Padiglione 36, grazie al quale è possibile riscontrare come intelligenza artificiale, realtà aumentata e connettività siano elementi già implementabili e funzionali nel mondo dell'officina nell'epoca X.0. Un'iniziativa che durante la scorsa edizione ha catturato l'attenzione del pubblico, riscuotendo un notevole successo.

Novità assoluta dell'edizione 2019, l'iniziativa 'Autopromotec Motorsport' volta a celebrare la correlazione tra le aziende del settore aftermarket e il comparto delle competizioni motoristiche, patrocinata da ACI Sport e ANFIA-Motorsport.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA