A Salone Pechino sale la febbre per le auto 'allungate'

Più numerosi i modelli che i cinesi fanno guidare all'autista

Redazione ANSA

ROMA - Nel vasto e diversificato mercato cinese dell'auto, il settore delle auto 'allungate' - da utilizzare esclusivamente con autista - sta crescendo di pari passo con l'aumento del numero di nuovi ricchi che, attraverso questa specifica e ostentativa tipologia di mobilità individuale, amano mostrare la loro posizione sociale e il loro successo nel lavoro. Con grande tempestività le Case automobilistiche hanno risposto a questo aspetto del mercato, presentando ad Auto China - il Salone di Pechino che si apre oggi al pubblico - un lungo elenco di novità caratterizzate non solo dal 'passo' (cioè la distanza tra le ruote) allungato, ma anche da allestimenti specifici per far vivere al meglio l'esperienza di viaggio sui sedili posteriori.

Non solo, dunque, sedili più comodi - talvolta anche singoli, come quelli anteriori, e con possibilità di regolazione ma anche braccioli più ampi, tavolini, vani bar, complete dotazioni multimediali e prese di corrente e Usb per lavorare e restare connessi mentre si viaggia e soprattutto si passano lunghi periodi nel traffico delle megalopoli cinesi, sempre più ingorgato. Oltre a diversi prodotti locali - che sono essenzialmente dedicati, dopo le ultime riforme governative - al mondo politico centrale e locale, le proposte 'lunghe' più interessanti sono arrivate dalle aziende europee, spaziando dai crossover compatti - come l'originale Bmw X1 L derivata, con un allungamento di 109 mm dal modello venduto anche in Italia e costruita nello stabilimento della JV Bmw Brilliance in Shenyang - fino alle 'ammiraglie' come la costosissima Bentley Mulsanne First Edition EWB (extended wheelbase) che sarà prodotta in soli 50 esemplari. Grande interesse per l'inedita Audi A4L, che porta il confort e l'immagine della berlina di rappresentanza in un ambito più razionale per dimensioni e impatto ambientale e con i vantaggi della più recente tecnologia della Casa dei Quattro Anelli. Ammirata e già molto desiderata anche la nuova Mercedes Classe E L, presentata a Pechino dal CEO di Daimler Dieter Zetsche. L'auto si distingue per il riuscito intervento sulla carrozzeria, con l'allungamento con non altera l'eleganza delle linee, e per un abitacolo più che confortevole ai posti posteriori. Altra novità presentata in questo ambito ad Auto China è la britannica Jaguar XFL (più lunga di 140 mm) che, in realtà, vanta sul suo passaporto una più complessa nazionalità in quanto il Gruppo JLR è controllato dall'indiana Tata e questo modello viene prodotto nella nuova fabbrica della JV tra Chery e Jaguar Land Rover a Changshu.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA