In vacanza sos smartphone, il 96% lo usa alla guida

E in strada 1 su 2 si distrae, un'app però premia chi non lo usa

di Damiano Bolognini Cobianchi

ROMA - Tutti in vacanza, ma attenti agli smartphone. A lanciare l'allarme è un sondaggio effettuato da Maxibon, prodromo al lancio della campagna di sensibilizzazione #Occhioallastrada realizzata in collaborazione con la Polizia Stradale, da cui emerge che il 55% degli italiani, oltre uno su due, si lascia distrarre dall'uso dello smartphone quando è in strada, sia che si trovi in auto, in moto, in bici o stia camminando a piedi, ed oltre il 96% dei guidatori ammette di guardare il telefonino ripetutamente mentre si trova al volante. Per arginare questo fenomeno, fioriscono molte iniziative di dissuasione, come l'app gratuita Smartphoners, che premia chi al volante non usa il telefonino.

La ricerca di Maxibon, che si è basata sulle risposte di un campione di 2.500 connazionali di età compresa fra i 18 e i 65 anni, ha anche provato a scoprire i motivi di questo utilizzo, a tratti ossessivo, dei telefonini in strada. La risposta è che gli italiani avrebbero paura di essere "tagliati fuori" dagli altri: arrivano a controllarlo oltre 150 volte al giorno, una volta ogni sei minuti. Cosa guardano? I social (71%), le news (64%), ascoltano canzoni (58%) e osservano video (45%), mentre si trovano in macchina (68%), camminano (57%), guidano una moto (49%) o una bicicletta (36%). Appena dietro ci sono quelli che pubblicano una "storia" su Instagram (52%) e quelli che scorrono Facebook (47%), poi a seguire chi scrive messaggi o email (33%) e chi effettua videochiamate con Skype (28%).

Questo malcostume è particolarmente diffuso tra i ragazzi fra i 16 e i 29 anni (61%) ma anche fra gli adulti fra i 29 e i 45 anni (54%), con gli over 45 che non rimangono indietro (43%).

Fra i più colpiti da questa vera e propria sindrome figurano gli abitanti di Roma (62% del campione), quelli di Milano (57%), Napoli (52%), e Palermo (43%). Tra le iniziative dissuasive dall'uso del telefonino alla guida, c'è quella legata all'app gratuita Smartphoners, al via in questi giorni la seconda edizione, che premia chi al volante non usa il telefonino. Già scaricata da "oltre 17mila utenti, ha certificato - chiariscono gli ideatori - 1,5 milioni di km percorsi in sicurezza, più di 300 premiati e almeno 40 incidenti evitati". Scaricando "Smartphoners", l'utente entra a far parte di una community ed è incentivato alla guida responsabile tramite il sistema "Chi viaggia sicuro viaggia gratis" che assegna un punteggio a ogni comportamento virtuoso, dal rispetto dei limiti di velocità alla mancata risposta alle chiamate in assenza di auricolari o vivavoce. In base ai traguardi raggiunti, ogni iscritto può vincere premi giornalieri, mensili e annuali in buoni benzina, fino a un valore di 1000 euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA