Multe via web con il domicilio digitale

Proposta dal ministero dell'Innovazione una piattaforma per le notifiche digitali della PA

Redazione ANSA

Una piattaforma per le notifiche digitali della P.a, su cui ricevere atti amministrativi come le multe e le comunicazioni dell'agenzia delle entrate (per ora restano esclusi gli atti giudiziari). A proporla è il ministero dell'Innovazione, guidato da Paola Pisano, con un emendamento alla manovra. Si tratterebbe del primo step per arrivare a realizzare un domicilio digitale, in modo da raggiungere la persona direttamente e non tramite un numero civico. Il progetto, che supera la Pec, è affidato a Pagopa ed è connesso alla diffusione dell'identità digitale (Spid).

Si tratterebbe quindi di un potenziamento, su tutti i fronti, di quel che già accade con il 'cassetto fiscale'. La nuova piattaforma, a cui accedere tramite identità digitale, potrebbe prevedere un certo numero di scadenze, nell'arco di un anno, per visualizzare gli avvisi. Di più, accedendo alla piattaforma, si potrebbe chiedere che le notifiche vengano spedite direttamente su mail o app.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA