Società & Diritti

Donne in pantaloni, piccolo cambio 'dress code' per i Mormoni

Linee guida per abbigliamento missionarie, ma in chiesa con gonna

'PANTALONI ANCHE PER LE DONNE', CAMBIA DRESS CODE MORMONI © AP

Piccolo passo in avanti nel 'dress code' dei Mormoni: le donne potranno finalmente indossare i pantaloni. Ma solo per i lavori da svolgere nelle missioni. Una novità dettata dalle difficili condizioni atmosferiche in alcune zone di missione e anche per proteggersi dagli insetti. Ma anche per le missionarie resta invece l'obbligo di gonne o vestiti, rigorosamente sotto il ginocchio, per le funzioni religiose e in generale per l'ingresso nei templi.
    La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni - così si chiama ufficialmente questa confessione religiosa i cui fedeli in realtà non amano essere chiamati Mormoni - ha pubblicato nuove linee guida sull'abbigliamento con tanto di gallerie fotografiche per ispirare il proprio guardaroba. Si scende anche nell'intimo, che deve essere di colore bianco o crema, comodo e soprattutto "modesto".
    Il principale obiettivo da tenere in conto è che si è "ambasciatori", in questo caso ambasciatrici, del Signore, e dunque il modo di vestirsi deve essere conseguente: "né troppo stretto né troppo largo", "non trasparente", "non in grado di attirare l'attenzione", "non casual, né sciatto o bizzarro".
    Le indicazioni arrivano anche a spiegare tutto quello da indossare per andare, per esempio, in bicicletta. No ai tacchi o ai gioielli vistosi. Borse comode e pratiche, niente a che fare con i desideri modaioli delle donne.
    Il codice di abbigliamento, se pur con un piccolo passo in avanti, quello dei pantaloni per i servizi pratici delle missionarie, comunque indica restrizioni.

La comunità che non è esattamente piccola: secondo il Pew Research Center, l'istituto di ricerca specializzato sulle religioni, sono circa 8 milioni i seguaci di questa Chiesa che sarebbe la quarta religione degli Stati Uniti. Gli interessati indicano invece di essere oltre 16 milioni in tutto il mondo.
    In Italia sono in crescita da tempo: il numero totale dei membri è ad oggi sfiora i 26mila fedeli, mentre in Europa complessivamente sono oltre 516mila.
    A Roma è stato eretto di recente un tempio enorme a via di Settebagni che, su prenotazione, può essere visitato. Questo almeno fino a metà marzo quando ci sarà la dedicazione formale; dal quel momento in poi l'ingresso sarà riservato esclusivamente ai membri fedeli della Chiesa.

  • di Manuela Tulli
  • ROMA
  • 22 dicembre 2018
  • 21:20

Condividi la notizia