Società & Diritti

Finanza e moda, ecco i lavori più ricercati in Italia

Classifica 2017 da rete LinkedIn. In evidenza anche rapporto con il pubblico e comunicazione

Finanza e lavoro. foto Rawpixel iStock. © Ansa

Finanza e moda, ecco i lavori più ricercati in Italia. LinkedIn, la rete professionale più grande del mondo, ha rivelato l’elenco dei dieci annunci di lavoro che hanno ricevuto più candidature da parte dei suoi oltre 11 milioni di utenti italiani nel 2017. Una fotografia delle tendenze e delle aspirazioni dei lavoratori che sottolinea come nel Belpaese la finanza e la moda rimangano saldamente ai primi posti, con una particolare propensione a mansioni che riguardino il contatto con il pubblico e la comunicazione.

Dando uno sguardo alla classifica, quindi, al primo posto troviamo l’offerta pubblicata da Intesa Sanpaolo che a marzo 2017 cercava un Direttore di filiale, seguita in seconda posizione da Calzedonia, che invece cercava un District Manager per il Lazio, e in terza da quella di Gucci, che a novembre dello scorso anno aveva aperto le selezioni per un Events Assistant.

Fuori dal podio, a completare la top 5 di questo speciale elenco di posizioni aperte, ci sono poi anche le proposte di The Estèe Lauder Companies, che per il settore del beauty apriva le porte a un Junior Key Account Manager, e di nuovo di Calzedonia, che era interessata ad assumere un Social Media & Digital PR Manager.

Un insieme di open job, questo, che sottolinea come il vero amore dell’Italia che lavora e che crea rimanga sempre la moda, con uno sguardo anche al mondo del beauty e soprattutto a quello bancario. Un settore che sta riscuotendo un buon successo in termini di attenzione da parte dei professionisti, anche grazie alla leggera ripresa economica riscontrata nel nostro Paese negli ultimi mesi, oltre al fatto che, con l’avvento del digitale, quello delle banche risulta essere uno dei mercati in maggiore evoluzione, grazie anche allo sviluppo e all’innovazione di processi tecnologici che stanno coinvolgendo soprattutto quella branca del cosiddetto fintech che guarda con grande interesse alla trasformazione 4.0 del nostro territorio e del nostro modo di acquistare ed effettuare transazioni online.

Un’altra evidenza emersa dai risultati di questo studio è il fatto che nelle prime dieci posizioni ci sia una forte concentrazione di mansioni inerenti al rapporto con il pubblico e la comunicazione. Dall’assistente agli eventi al social media manager e dal customer care all’assistenza clienti, infatti, alcuni dei lavori che hanno ricevuto più candidature l’anno scorso sembrano sottolineare una grande esigenza, da parte del mercato, nel comunicare e soprattutto nel dare un servizio di supporto al proprio pubblico. Una tendenza messa sempre più in luce da quella costante richiesta di personalizzazione di prodotti e servizi che tutte le aziende del mondo stanno riscontrando nel rispondere alle richieste dei propri clienti.

“Avere un buon servizio di customer care è un fattore fondamentale oggi per il successo di un brand” ”, ha dichiarato Marcello Albergoni, Head of Italy di LinkedIn. “In un mondo sempre più digitalizzato, nel quale i processi del business, come anche le abitudini di acquisto dei consumatori, sono in continua evoluzione, le aziende devono porre grande attenzione alla propria reputation online e al proprio employer branding. I commenti, le risposte immediate e trasperenti e soprattutto una comunicazione chiara e precisa sono aspetti imprescindibili ai giorni nostri per il successo di un business di qualità e questo i professionisti lo sanno. Per questo motivo, mansioni come quelle dell’assistenza clienti e della comunicazione sono tra i lavori più ricercati degli ultimi mesi”.

  • Redazione ANSA
  • 13 febbraio 2018
  • 19:25

Condividi la notizia