People

Single e felice, Emma Watson rinnova il concetto 'Sono self-partnered'

A British Vogue l'ex Hermione ora Meg di Piccole Donne si racconta alla vigilia dei 30 anni

Emma Watson © AP
  • Redazione ANSA
  • 10 novembre 2019
  • 20:24

Single? Meglio 'auto-associato'. Emma Watson, l'attrice che ha conosciuto un successo planetario da ragazzina all'epoca della saga di Harry Potter (aveva appena nove anni quando fu scelta per il ruolo di Hermione e una generazione è cresciuta insieme a lei per oltre 10 anni) e ora è un'attrice affermata, compie 30 anni il 15 aprile 2020 e con un piglio tosto dichiara a British Vogue, su cui è in copertina a dicembre: "I’m very happy [being single]. I call it being self-partnered.”, letteralmente 'sono felice di essere single, lo chiamo essere auto-associato'.
Emma Watson, Meg di Jo March in Little Woman, il nuovo Piccole Donne di Greta Gerwig, attesa ennesima versione del libro formazione di milioni di donne, di cui già si vocifera per le nomination agli Oscar (il 30 gennaio nelle sale in Italia)

aggiorna il concetto di 'single', già aggiornamento del super anacronistico 'zitella'. Accoppiata con me stessa, vale a dire, sto bene così alla soglia dei 30 anni.
"Mi ci è voluto un po': arrivata a 29 anni mi sono resa conto di sentirmi così stressata e ansiosa: se non hai messo su casa, non hai un marito, non hai fatto un figlio e stai per compiere 30 anni vuol dire che non hai fatto abbastanza bene nella tua carriera e nella tua vita", ha spiegato l'attrice e modella inglese, che è anche attivista femminista e Ambasciatore di buonavolontà alle Nazioni Unite.

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie