Terrorismo: Napoli, condannato tunisino

Otto anni di reclusione e risarcimento di 130mila euro a Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 23 GIU - La Terza Corte d'Assise di Napoli, al termine di un'udienza straordinaria, ha condannato a otto anni di reclusione e 130 mila euro di risarcimento il tunisino Mohamed Kamel Eddine Khemiri, 43 anni, ritenuto colpevole di terrorismo di matrice islamica, in particolare di proselitismo e indottrinamento via web per conto dell'Isis, una attività conosciuta anche come radicalizzazione "on ground". Khemiri venne arrestato nell'agosto del 2016 nell'ambito di un'indagine su un'associazione che produceva documenti falsi per i clandestini. Da quell'attività investigativa si scoprì poi l'attività di proselitismo per conto di Daesh. Una delle conversazioni di Khemiri su Fb fu intercettata: "Sono dell'Isis finché avrò vita. E se morirò vi esorto a farne parte". Il tunisino - in carcere con l'accusa di aver procurato documenti falsi a immigrati clandestini - frequentava la moschea di San Marcellino. Il suo difensore, l'avvocato Fabio Della Corte, ricorrerà in Appello.Per le motivazioni della sentenza tempo 90 giorni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Universiade 2019

Universiadi: Fit, ok intesa accordo taxi

Giuseppe De Rosa, per evento di importanza mondiale


Universiadi: Fiola, ok, ma ora certezze

Presidente Cciaa Napoli, grande evento in sé fa girare economia


Universiadi, intesa villaggio Fisciano

La mensa offrirà 5 menù in base alle nazionalità degli atleti


Vai alla rubrica: Pianeta Camere