A Salerno si 'studia' il punk

Il 26 e il 27 aprile docenti e musicisti da tutta Italia

(ANSA) - NAPOLI, 19 APR - Si parlerà della scrittura letteraria nell'opera degli Smiths ma anche del punk nelle opere di Irvine Welsh, si analizzerà l'ultimo testamento musicale e spirituale di Ian Curtis ma anche di come il punk incontra il folk nelle poetiche dei 'Pogues'. Per due giorni, il 26 ed il 27 aprile, il mondo punk sale in cattedra e, all'Università degli studi di Salerno, sarà protagonista di giornate di studio e di confronto.
    L'obiettivo è chiaro: raccontare il punk ed il post-punk. "Il nostro progetto si muove seguendo una natura bifronte - spiega Alfonso Amendola che ha promosso con Linda Barone la due giorni di studio - Da un lato la mediologia ed i consumi di massa e dall'altro la linguistica, l'analisi testuale. La priorità è di natura rigorosamente accademica, ma al contempo non vuol assentarsi dal dialogo verso il territorio". E così docenti provenienti da tutta Italia ma anche scrittori, editor, videomaker, musicisti si alterneranno "per capire autori, poetiche, prassi dell'immaginario contemporaneo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Universiade 2019

Universiadi: festa con 300 ragazzi

In occasione della giornata mondiale dello sport universitario


Universiadi,a ottobre via tutti cantieri

Su San Paolo serve maggiore raccordo tra Comune,club e impresa


Universiadi: Aru, saremo pronti

Per prenotare alberghi sarà usata piattaforma Consip


Vai alla rubrica: Pianeta Camere