Lite per 100 euro, uccide datore lavoro

Divergenza sulla paga,nel Casertano bloccato operaio di 51 anni

Un imprenditore di 55 anni, Nicola Sabatino, è stato ucciso con colpi di pistola a Frignano (Caserta) da un suo dipendente, Vito Recchimurzi, di 51. Stando a una prima ricostruzione dei fatti, Sabatino si sarebbe recato a casa dell'operaio - che abita nel suo stesso stabile - per pagarlo. Ma sarebbe nata una lite perché dalla cifra pattuita mancavano 100 euro.

Una volta uscito dall'appartamento, l'operaio ha fatto fuoco sparando due colpi di pistola alle spalle. L'uomo è morto sul colpo. L'assassino è stato bloccato dalla polizia. Il cadavere dell'imprenditore è stato trovato sul pianerottolo dalla polizia che indaga sul caso e che sta procedendo ai rilievi di rito. Sabatino era salito al piano di sopra per saldare il suo dipendente quando è sorta una controversia sul corrispettivo. L'uomo, dopo aver consegnato i soldi, é uscito di casa quando è stato raggiunto dagli spari. E' morto all'istante.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Universiade 2019

Universiadi: festa con 300 ragazzi

In occasione della giornata mondiale dello sport universitario


Universiadi,a ottobre via tutti cantieri

Su San Paolo serve maggiore raccordo tra Comune,club e impresa


Universiadi: Aru, saremo pronti

Per prenotare alberghi sarà usata piattaforma Consip


Vai alla rubrica: Pianeta Camere