Lite per 100 euro, uccide datore lavoro

Divergenza sulla paga,nel Casertano bloccato operaio di 51 anni

Un imprenditore di 55 anni, Nicola Sabatino, è stato ucciso con colpi di pistola a Frignano (Caserta) da un suo dipendente, Vito Recchimurzi, di 51. Stando a una prima ricostruzione dei fatti, Sabatino si sarebbe recato a casa dell'operaio - che abita nel suo stesso stabile - per pagarlo. Ma sarebbe nata una lite perché dalla cifra pattuita mancavano 100 euro.

Una volta uscito dall'appartamento, l'operaio ha fatto fuoco sparando due colpi di pistola alle spalle. L'uomo è morto sul colpo. L'assassino è stato bloccato dalla polizia. Il cadavere dell'imprenditore è stato trovato sul pianerottolo dalla polizia che indaga sul caso e che sta procedendo ai rilievi di rito. Sabatino era salito al piano di sopra per saldare il suo dipendente quando è sorta una controversia sul corrispettivo. L'uomo, dopo aver consegnato i soldi, é uscito di casa quando è stato raggiunto dagli spari. E' morto all'istante.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Universiade 2019
 (ANSA)

Universiadi: volontari, appello di Oliva

Domani conferenza stampa con il campione di boxe testimonial


 (ANSA)

Caserta, proposte culturali da un liceo

Il 'Manzoni' mette in campo il laboratorio di teatro classico


 (ANSA)

Bonfiglio, sport risorsa per Napoli

Ci saranno migliaia di atleti e un indotto molto vasto


Vai alla rubrica: Pianeta Camere