Psicotico incatenato, arrestati genitori

Nel Napoletano. Cc: degrado ed estreme condizioni igieniche

 Per evitare che il figlio affetto da psicosi uscisse da casa, una famiglia di Saviano (Napoli) lo teneva incatenato al letto; i carabinieri hanno arrestato madre, padre e sorella dell'uomo, 36enne. Era costretto a vivere tra letto e armadio: due lucchetti lo ancoravano, da un lato, al letto e, dall'altro, ad un armadio. Fermata la coppia di 63 e 60 anni oltre alla figlia 35enne. I militari parlano di 'una condizione di assoluto degrado e di estreme condizioni igieniche'.

L'uomo aveva una catena ad una caviglia. I tre sono incensurati e disoccupati e sono ritenuti responsabili di sequestro di persona aggravato e maltrattamenti in famiglia. Nel corso di un controllo nella casa di Saviano, teatro della vicenda, i militari della Compagnia di Nola hanno trovato il 36enne legato al letto e all'armadio con due lucchetti e una catena di ferro intorno ad una caviglia. É stato fatto intervenire personale del 118 che ha prestato le prime cure.
    L'uomo è stato portato in ospedale per ulteriori accertamenti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Universiade 2019

Universiadi, 868mila euro per Virgiliano

Comune Napoli approva delibera per adeguamento e manutenzione


 (ANSA)

Universiadi:al via tour nelle università

Prima tappa Caserta. Presto anche negli altri atenei campani


Universiadi: Adsp, siamo disponibili

Spirito, momento di rilancio per la città da affrontare uniti


Vai alla rubrica: Pianeta Camere