Borbonia card, per rilancio siti campani

A Ercolano, incontro alle Scuderie reali di Villa Favorita

(ANSA) - ERCOLANO (NAPOLI), 30 SET - Una 'Borbonia card' che metta in rete siti e dimore borboniche presenti sul territorio campano e le renda fruibili a turisti e visitatori: è l'idea su cui si sta lavorando da tempo per rilanciare il turismo e i beni di valore storico e architettonico, alcuni dei quali ancora avvolti dall'oblio, e che si appresta a diventare concreta. Se ne è discusso nell' incontro ' I distretti borbonici nel patrimonio Unesco' promosso dal M5S alle Scuderie di Villa Favorita a Ercolano (Napoli) al quale ha partecipato il direttore della Reggia di Caserta, Mauro Felicori che ha lanciato l'idea della carta. ''L'idea è quella di una card che dovrebbe offrire l'ingresso agevolato ai diversi siti borbonici alcuni dei quali sono già aperti, altri lo sono saltuariamente.
    E una card di opportunità oltre che di sconti'' ha detto '' Parliamo di una trentina di residenze borboniche oltre alle ville vesuviane e a tutte le residenze collegate al mondo borbonico".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere