Presidio anti stese,ma quartiere non c'è

In piazza Centri sociali. Dissenso della chiesa

(ANSA) - NAPOLI, 19 MAG - Un centinaio di persone si è raccolto in piazza Sanità, a Napoli, per il presidio organizzato dalla terza Municipalità, dalla formazione del sindaco De Magistris, DemA, e dai Centri sociali. Presenti, con i propri striscioni, "Insurgencia" e l'Ex Opg. Pochi i residenti del Rione, che assiste con distacco, da tempo, alle iniziative politiche. L'indirizzo piazza anche il padre di Genny Cesarano, il 17 enne ucciso nel settembre del 2015 in una "stesa", sparatoria a scopo intimidatorio, che da allora è diventata una pratica costante nel Rione. Chiusa la Basilica di Santa Maria della Sanità, davanti alla quale è stato organizzato il presidio. Ma segnali di dissenso erano stati espressi nei giorni scorsi dall' associazione "Un popolo in cammino", del parroco Antonio Loffredo. Per il presidente della Municipalità, Ivo Poggiani, eletto con DemA, "è comunque importante che il quartiere riprenda la parola". In rappresentanza del sindaco De Magistris, la moglie, Teresa Dolce e il vicesindaco Raffaele Del Giudice.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere