De Magistris, io ribelle? Non mi piego

Se chi difende Costituzione è sovversivo, consideratemi tale

(ANSA) - NAPOLI, 19 MAR - "Sono un sindaco che non si piega, che preferisce la giustizia alla legalità formale. Non tradisco la Costituzione, sono contro i compromessi morali. Voglio stare tra la gente. Se questo è un sindaco ribelle, lo sono. Ma io mi sento sindaco istituzionale. Se poi chi difende la costituzione è un sovversivo, consideratemi tale". Così Luigi de Magistris a "In 1/2 ora" su RaiTre. "Stiamo declinando un Sud diverso, che si vuole emancipare con le sue forze. Non sto con Renzi né con Grillo, ma con il popolo. Forse per questo qualcuno si comincia a preoccupare dell'esperienza napoletana".
    Manifesto del suo movimento politico, Dema, è "passare dalla difesa all'attuazione della Costituzione. Alleanze? Con comitati, movimenti, associazioni, amministratori locali e forze politiche che non si piegano a centralismo e oligarchie. Salvini si vuole proporre come leader nazionale ma ha la divisione nel dna. Noi vogliamo unire l'Italia nelle diversità".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere