Renzi: "Avanti tutta su Bagnoli, con o senza Comune"

Premier a Napoli il 6 aprile per la cabina di regia

Basta attese, e' il momento di partire "con o senza il Comune". Matteo Renzi accelera sulla bonifica e valorizzazione di Bagnoli, e lancia un aut aut al sindaco Luigi de Magistris, che da mesi si oppone alla scelta di nominare un commissario per i lavori. Il premier sara' a Napoli il 6 aprile per la prossima riunione della Cabina di regia, organismo cui il Comune non ha mai voluto partecipare ritenendolo un "esproprio istituzionale".

"Nonostante il tempo che ci ha fatto perdere il Comune, abbiamo vinto mercoledi' scorso al Tar contro l'amministrazione De Magistris - scrive Renzi nella sua enews - e adesso possiamo finalmente partire: saro' personalmente a Napoli in Prefettura per la cabina di regia il prossimo mercoledi' 6 aprile". E precisa: "Napoli e' una citta' unica e quando il potere locale collabora si raggiungono risultati insieme (si pensi alla metropolitana): ma quello che deve essere chiaro su Bagnoli e' che noi andremo avanti comunque, con o senza il Comune. Perche' quella e' un'autentica vergogna nazionale".

Parole pesanti, a pochi giorni dalla sentenza del Tar che ha bocciato il ricorso del Comune contro la nomina del commissario per Bagnoli, Salvo Nastasi. Il sindaco ha annunciato subito un nuovo ricorso al Consiglio di Stato. Ipotesi che non scuote minimamente il premier: "Faremo a Bagnoli quello che abbiamo fatto con la Variante di Valico o con l'Expo o con la riforma del Senato: proprio perche' tutti dicono 'e' impossibile!', noi lo faremo", assicura Renzi. Il sindaco sceglie, almeno per oggi, di non commentare: un silenzio che alcuni interpretano come la possibilita' di recedere dall'aventino e partecipare alla riunione del 6, per galateo istituzionale ma anche per ribadire personalmente a Renzi le ragioni di uno strappo che appare impossibile da ricucire, specie alla vigilia delle amministrative. Mercoledi', dopo il no del Tar, il sindaco ha assunto "un impegno personale: Bagnoli sara' una battaglia che vinceremo, per liberarla dagli interessi speculativi e restituire alla citta' la titolarita' delle decisioni a tutela di un irrinunciabile bene collettivo". Lo scontro a distanza con Renzi avra' forse un nuovo round, ravvicinato, a Napoli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Napoli

Progetto Caltanissetta e Caserta sicure e moderne