Pentiti, book soubrette per feste boss

Per ingaggiare Belen,Marini e Yespica, ma non furono contattate

(ANSA) - NAPOLI, 10 FEB - Volevano organizzare feste con soubrette di caratura come Belen Rodriguez, Aida Yespica e Valeria Marini, i boss degli Amato-Pagano, i cosiddetti scissionisti di Secondigliano, pronti a pagare "gettoni di presenza" da 25mila euro per fare un regalo a un trafficante di cocaina: emerge dai verbali depositati oggi al Tribunale del Riesame relativi a una maxi operazione della DDA di Napoli contro il narcotraffico e riciclaggio di denaro "sporco".
    L'operazione ha portato, lo scorso 27 gennaio, a 11 provvedimenti cautelari nei confronti di persone ritenute organiche al clan. I pentiti parlano anche di una sorta di book fotografico consegnato a un boss in fuga dalla faida di Scampia che avrebbe dovuto indicare le sue preferenze. Le vicende riferite dai pentiti che, peraltro, dicono di averle apprese da terzi, risalgono al 2011 e le feste, viene ancora sottolineato dai pentiti, per varie ragioni, non sono mai state realizzate. Inoltre, le soubrette tirate in ballo non sarebbero mai state contattate.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Napoli