"Beccato" in altro comune per fare spesa

Quattro denunce tra Vibo e la provincia per inottemperanza Dpcm

(ANSA) - VIBO VALENTIA, 23 MAR - "Quel supermarket ha prezzi più convenienti". Così un giovane ha risposto agli agenti delle Volanti impegnata a far rispettare le disposizioni contro il diffondersi del coronavirus che gli chiedevano come mai si fosse allontanato dal suo comune per recarsi a Vibo Valentia.
    L'uomo, che era a piedi e ha spiegato di essersi spostato dalla propria abitazione allo scopo di risparmiare sulla spesa, non ha convinto i poliziotti che lo hanno denunciato. Analoga situazione si è verificata ad una famiglia di Serra San Bruno.
    Gli uomini del commissariato hanno individuato un esercizio commerciale con la serranda semiaperta e le luci interne accese.
    All'esterno del locale c'era un avventore, in possesso di scontrino fiscale, che aveva acquistato, poco prima, della merce da asporto. All'interno del locale c'erano il gestore e la moglie i quali hanno asserito di non essere a conoscenza della normativa vigente in ordine alla chiusura degli esercizi commerciali. Tutti sono stati denunciati.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie