Ex agente carcerario ucciso in Calabria

A Lamezia Terme. Con colpi di pistola, indagano carabinieri

Il cadavere di un uomo, ucciso con almeno tre colpi di pistola, é stato trovato dai carabinieri a Sambiase di Lamezia Terme. Secondo i primi accertamenti, si tratterebbe di un ex agente di polizia penitenziaria in congedo. Il corpo era al posto di guida dell'automobile della vittima. A trovare il cadavere, dopo una segnalazione giunta al 112, sono stati la scorsa notte i carabinieri della compagnia di Lamezia Terme.

L'ex agente, secondo quanto é emerso dalle prime indagini, sarebbe stato ucciso da colpi sparati da distanza ravvicinata. L'omicidio sarebbe avvenuto poco prima del ritrovamento del cadavere.
   E' stato fermato dai Carabinieri il presunto assassino di Angelo Pino, l'ex agente della Polizia penitenziaria ucciso la scorsa notte a Lamezia Terme. Ad ucciderlo sarebbe stato Giuseppe Guadagnuolo, lametino di
54 anni: secondo quando accertato dalle indagini dei militari, l'uomo avrebbe pedinato la ex moglie e poi avrebbe raggiunto Pino, quando questi stava rientrando a casa in auto dopo aver trascorso la serata con la donna. A quel punto, dicono i Carabineri, Guadagnuolo accecato dalla gelosia avrebbe sparato verso l'ex guardia carceraria tre colpi di pistola, una calibro 7.65 illegalmente detenuta, colpendolo al petto.

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai alla rubrica: Pianeta Camere