Maltrattamenti in famiglia, due arresti

Persecuzioni su ex compagne con coinvolgimento dei figli minori

(ANSA) - SOVERATO (CATANZARO), 13 AGO - Ha colpito con calci e pugni la giovane compagna costringendola a scappare in auto per sfuggire alla sua furia. Un ventiquattrenne è stato arrestato e posto ai domiciliari dai carabinieri, a Soverato, con l'accusa di maltrattamenti in famiglia.
    I militari della Compagnia, intervenuti dopo una segnalazione al 112, hanno trovato la ragazza riuscita a scappare dalla casa che la coppia condivideva insieme alla propria madre e alla figlia neonata. In precedenza, il compagno le aveva raggiunte e aveva sferrato un pugno contro il parabrezza frantumandolo e ferendo lievemente le tre occupanti. L'uomo è stato trovato in ospedale.
    I carabinieri di Soverato, in un'altra attività, hanno arrestato e posto ai domiciliari anche un 45enne resosi responsabile di atti persecutori nei confronti della ex moglie.
    L'uomo avrebbe minacciato di morte l'ex compagna perseguitandola con pedinamenti e molestie telefoniche spesso attuati anche coinvolgendo la loro figlia minore.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere