Disinnescato ordigno bellico in Calabria

Operazioni coordinate da Prefettura Reggio,evacuate 5000 persone

(ANSA) - VILLA SAN GIOVANNI (REGGIO CALABRIA), 18 FEB - Si sono svolte a Villa San Giovanni le operazioni di disinnesco di una bomba d'aereo risalente alla Seconda guerra mondiale trovata durante gli scavi per la realizzazione della rete fognaria.
    Per mettere in atto l'intervento é stato necessario evacuare circa cinquemila persone. Le operazioni sono state coordinate dalla Prefettura di Reggio Calabria. Il Prefetto, Michele di Bari, ha varato il "Piano per la gestione delle fasi di attività a tutela della pubblica e privata incolumità" al fine di assicurare ogni necessaria misura di salvaguardia. La pianificazione predisposta dalla Prefettura, secondo quanto riferisce un comunicato, "ha delineato lo scenario di rischio, le competenze e gli ambiti operativi degli Enti coinvolti, nonché la definizione della strategia d'intervento".
    Gli interventi di disinnesco e neutralizzazione dell'ordigno, del peso di 250 libbre, sono stati eseguiti dai militari dell'undicesimo Reggimento Genio Guastatori di Foggia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere