Giro spaccio a Gioia Tauro, tre arresti

Garage usato come laboratorio, nascoste anche armi e munizioni

(ANSA) - GIOIA TAURO (REGGIO CALABRIA), 24 NOV - Personale del Commissariato di Gioia Tauro della Polizia di Stato ha arrestato, in esecuzione di ordinanze del gip di Reggio Calabria su richiesta della Dda, tre uomini per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e reati in materia di armi. Gli arrestati sono Salvatore Infantino, di 30 anni, già detenuto, Francesco Iannì (37), già noto alle forze dell'ordine e Vincenzo Condello (26), tutti di Gioia Tauro.
    Dalle indagini è emersa l'esistenza, nel centro di Gioia Tauro, di un'organizzazione dedita allo spaccio di cocaina e hascisc.
    Le indagini sono state avviate dopo il sequestro di 250 e 308 grammi di cocaina, operato dalla polizia nell'aprile del 2015, con l'individuazione di un garage attrezzato come un laboratorio e nella disponibilità dei tre arrestati. Nel locale era custodita la strumentazione necessaria al confezionamento delle dosi, tra cui bilancini di precisione e diluenti per la cocaina, oltre ad armi e munizioni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

.

Michelangelo Bonaddio: “Lo sviluppo tecnologico aiuta il rispetto dell’ambiente”

Il fondatore della Bonaddio, azienda calabrese specializzata nella produzione di articoli in gomma, ha ideato strumenti adatti alla salvaguardia del territorio.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere