Picchia convivente e figlio, arrestato

Dopo una lite per futili motivi,vittime salvate da intervento Cc

(ANSA) - MESORACA (CROTONE), 26 GEN - Ha preso a calci e a pugni la convivente e poi ha malmenato il figlio sedicenne. Un cittadino romeno A. B., di 42 anni, è stato arrestato in flagranza di reato e posto ai domiciliari dai carabinieri, a Mesoraca, per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.
    L'uomo, dopo essere rientrato a casa, ha aggredito per futili motivi la compagna, sua connazionale, per poi malmenare anche il figlio minore. Solo l'intervento dei militari, su richiesta della donna, ha consentito di interrompere le violenze. Madre e figlio hanno riportato ecchimosi sul volto e sul corpo è hanno dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari della guardia medica.
    La donna ha raccontato ai carabinieri che i maltrattamenti da parte del convivente si protraevano dal 2009. Il quarantaduenne, su disposizione della magistratura, è stato posto ai domiciliari in un luogo diverso da quello in cui vivono le sue vittime.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

.

Michelangelo Bonaddio: “Lo sviluppo tecnologico aiuta il rispetto dell’ambiente”

Il fondatore della Bonaddio, azienda calabrese specializzata nella produzione di articoli in gomma, ha ideato strumenti adatti alla salvaguardia del territorio.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere