Gioia T. sede Autorità portuale Stretto

Lo stabilisce decreto di riorganizzazione approvato dal Governo

(ANSA) - CATANZARO, 21 GEN - Gioia Tauro è sede dell'Autorità di sistema portuale dello Stretto. E' quanto stabilito, nella riunione del Consiglio dei Ministri di ieri, con l'approvazione del decreto di riorganizzazione dei porti italiani in attuazione della "Legge Madia". Il provvedimento, è detto in un comunicato del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, si inserisce nelle politiche e nelle azioni per il rilancio della portualità e della logistica intraprese dal Ministro Graziano Delrio.
    L'Autorità di Sistema Portuale dello Stretto Gioia Tauro avrà competenza su Crotone (porto vecchio e nuovo), Corigliano Calabro, Taureana di Palmi, Villa San Giovanni, Vibo Valentia, Reggio Calabria, Messina, Milazzo e Tremestieri.
    "I porti italiani - ha detto Delrio - ora faranno sistema. Si compiono scelte strategiche, si semplificano i processi. La sfida è quella del confronto con le grandi potenze portuali del mondo, il Nord Europa, il Nord Africa, il Pireo e il Far East.
    La 'risorsa mare' torna centrale in Italia".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

.

Michelangelo Bonaddio: “Lo sviluppo tecnologico aiuta il rispetto dell’ambiente”

Il fondatore della Bonaddio, azienda calabrese specializzata nella produzione di articoli in gomma, ha ideato strumenti adatti alla salvaguardia del territorio.


Francesco La Regina - Zinco Group

Canna fumaria ad alto valore aggiunto di tecnologia alla Zinco Group

"Facciamo le stesse cose che fanno gli altri, noi le facciamo in modo diverso"


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere