Regionali: Legnini, avversari parlano solo di Pd e D'Alfonso

Forum ANSA con candidato centrosinistra per elezioni 10 febbraio

(ANSA) - PESCARA, 23 GEN - "I nostri avversari, in particolare i due candidati presidenti, Marcozzi e Marsilio parlano solo del Pd e di D'Alfonso e non si accorgono che io sto molto oltre".
    Lo ha detto al Forum ANSA l'ex vicepresidente del Csm, Giovanni Legnini, candidato alla presidenza della Regione Abruzzo per la coalizione di centrosinistra e civica per le regionali del prossimo 10 febbraio.
    "Il progetto politico è nuovo. Ringrazio il Pd per il sostegno e perché ha accettato di essere parte di una coalizione che va molto oltre i confini del centrosinistra. I pronunciamenti per il sostegno provengono sia dalla sinistra, che va ben oltre il Pd, sia da gruppi e da uomini del centrodestra che sono preoccupati per il futuro di questa regione e che hanno ben compreso che l'unico progetto di governo vero che nasce dagli abruzzesi che è stato definito con gli abruzzesi è il nostro", ha detto Legnini. "Per il resto non sento programmi e idee concrete. Mi sembra tutto 'politicista'.
    La campagna di Marsilio, che è, come noto, un candidato esterno alla nostra regione, quella della Marcozzi che mi sembra tutta rivolta all'indietro".
    "Il progetto politico che ho promosso - ha aggiunto Legnini - è sempre più compreso dai cittadini e si caratterizza non per un civismo indistinto e incolore ma per un protagonismo forte della società civile a mezzo di candidati espressione di mondi che vanno dal lavoro alle professioni, all'impresa alla scuola alla cultura e si caratterizza per il fatto che questo equilibrio tra la società civile, il civismo e le formazioni politiche di centrosinistra mi sembra ben riuscito perché, rispetto ai partiti politici, ho garantito la mia indipendenza". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere