Armati entrano in centro migranti:struttura, atto di balordi

Presidente,'persone note a Forze Ordine, una senza fissa dimora'

(ANSA) - SULMONA (L'AQUILA), 13 GIU - "L'episodio è a dir poco disdicevole, si tratta comunque di un episodio isolato, per quanto brutto. Un'aggressione improvvisa e inaspettata, per fortuna senza gravi conseguenze, messa in atto da due persone già note alle forze dell'ordine, di cui una senza fissa dimora".
    Così il presidente dell'Asp - Casa Santa Annunziata, l'avvocato Armando Valeri, su quanto successo nella tarda serata di ieri nella centro per migranti del centrale corso Ovidio di Sulmona, dove due giovani italiani sono entrati armati ed un ospite è rimasto ferito in modo lieve.
    "In questi ultimi mesi, peraltro, si sta compiendo e realizzando con successo uno sforzo di integrazione dei nostri ospiti attraverso l'opera assidua di ben 11 professionisti da cui sono seguiti ogni giorno e si tratta di mediatori culturali, interpreti, psicologi e avvocati. Il centro di accoglienza - prosegue Valeri - è da sempre un ambiente tranquillo anche a detta dei residenti nella zona. Ci rasserena da una parte il fatto che si sia trattato di un episodio isolato, ma nello stesso tempo siamo indispettiti e indignati per l'accaduto". "Per questo motivo - ha aggiunto Valeri - stiamo pensando ad una probabile querela nei confronti dei due balordi che si sono introdotti abusivamente nella nostra struttura, compiendo un grave gesto di intimidazione". La struttura è stata inaugurata agli inizi del 2016 e accreditata attraverso un bando dalla Prefettura di L'Aquila per 36 ospiti. Attualmente ne sono presenti 27.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere