Mare-Monti: D'Alfonso, 4mila giorni per emersione verità

(ANSA) - PESCARA, 16 MAG - "Dopo quattromila giorni ottengo ragione poiché ho potuto misurare e assistere all'emersione della verità, che si scrive in un solo modo: la totale estraneità da sempre a ogni responsabilità". Così il governatore-senatore Luciano D'Alfonso dopo l'assoluzione incassata da parte della Corte d'Appello dell'Aquila nell'ambito del processo sulla mancata realizzazione della Statale 81 nell'area Vestina, la cosiddetta Mare-Monti, fatti risalenti a quando era presidente della Provincia di Pescara, dal 1995 al 1999. D'Alfonso ha assistito "come del resto faccio sempre" ha sottolineato, alla breve udienza di oggi attendendo poi la sentenza nel tribunale dell'Aquila. "E io aggiungo, su questa vicenda ho solo avuto una premura positiva a favore del territorio - ha continuato - Si è scritto sempre in questi quattromila giorni 'strada fantasma', facendo intendere che la strada non ci sia e che i soldi siano scomparsi. I soldi ci sono tutti, tant'è che li appalteremo e la strada non è partita per un problema urbanistico, territoriale, di suolo" ha concluso D'Alfonso che sull'argomento tornerà a parlare in una conferenza stampa domani a Pescara. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA