Ricercatori Intecs decidono per presidio

Protesta a L'Aquila dopo conferma decisione vertici

(ANSA) - L'AQUILA, 11 GEN - I lavoratori licenziati della Intecs Spa di L'Aquila, azienda che opera nel settore della progettazione e sviluppo di sistemi elettronici high-tech nei mercati Aerospazio, Difesa, Trasporti e Telecomunicazioni, hanno deciso di mantenere viva la loro vertenza con un presidio permanente davanti alla Regione Abruzzo. La decisione è stata presa in un'assemblea, "a sostegno - dice la Fiom Cgil provinciale di L'Aquila - delle azioni che si stanno mettendo in campo per salvaguardare competenze altamente qualificate e posti di lavoro". L'azione di protesta segue, dice la Fiom Cgil provinciale, "l'indisponibilità confermata dai vertici Intecs, al tavolo convocato l'altro ieri dal Ministero dello Sviluppo Economico, a valutare la revoca dei licenziamenti a favore di una meno traumatica gestione della crisi del sito aquilano attraverso il ricorso agli ammortizzatori sociali residui. Le motivazioni addotte sono state 'sfiducia nella città, nel territorio e nelle istituzioni'.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere