Cementificio Pescara:Art.1-Mdp,riattivazione è anacronistica

(ANSA) - PESCARA, 6 OTT - "Il gruppo consiliare Art 1 del Comune di Pescara è assolutamente contrario alla riattivazione del cementificio e si schiera compatto al fianco delle istituzioni locali che stanno lavorando per restituite quegli spazi alla collettività cittadina. Troviamo anacronistico e fuori da ogni contestualizzazione urbana e sociale l'idea che ci siano alcune ditte pronte a partecipare all'asta di per la vendita di quell'impianto, con l'obiettivo di riattivarlo". Lo affermano i consiglieri comunali di Articolo 1-Mdp Stefano Casciano e Carlo Gaspari. "Un'ipotesi inaccettabile - dicono - e sulla quale non faremo passi indietro, dato che la salute dei cittadini residenti nella zona, nonché la loro qualità di vita, non può più essere minacciata da un'ipotesi industriale obsoleta. Inoltre, ricordo che Pescara in questi anni è cresciuta, si è espansa, e in quell'area ora sorgono alcune delle infrastrutture e edifici più belli e di valore di tutta la città, come il ponte Flaiano e le Torri Camuzzi. Riteniamo, quindi, che sia necessario riappropriarci di quegli spazi, percorso che stanno seguendo Comune, Provincia e Regione, riqualificarli e restituirli alla cittadinanza, per poter godere appieno di quello scorcio meraviglioso di città". "Immaginiamo, ad esempio, di poter trasformare, una volta abbattuto il vecchio edificio, quel vuoto urbano in una piazza sul fiume, che diventi non solo nuovo centro di aggregazione, ma anche uno stimolo per proseguire nella bonifica del fiume Pescara. Questa è solo un'ipotesi, ma ci auguriamo di poterci confrontare sul tema con la cittadinanza quanto prima, una volta scongiurato il rischio di una riattivazione delle attività industriali e riacquisito il sito", concludono. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere