Marcello De Vito (ex M5S) aderisce a Forza Italia

L'annuncio della decisione del Presidente dell'Assemblea capitolina viene dato in una conferenza stampa con Antonio Tajani e Maurizio Gasparri

Marcello De Vito, presidente dell'Assemblea capitolina (il consiglio comunale di Roma) ed ex M5S aderisce a Fi. E' stato annunciato in una conferenza stampa da Antonio Tajani e Maurizio Gasparri

"Sono molto contento e convinto della mia scelta e pronto alle sfide che ci saranno, a partire dalle prossime Amministrative", ha detto De Vito, aggiungendo: "Non ho più retto alle mille capriole ideologiche del M5S, cui dico... buon tutto!". "Da oggi FI ritorna nell'Assemblea capitolina. Avrei potuto smettere di far politica o mettere a disposizione l'esperienza acquisita in questi anni nel Consiglio comunale ed in maniera naturale mi sono rivolto all'area politica che aveva sempre rappresentato le mie idee e la mia cultura prima di entrare nel M5S. Ci siamo confrontati con Gasparri sui temi romani dallo scorso gennaio", ha detto. Maurizio Gasparri ha definito l'adesione di De Vito a Fi come "un ulteriore segno di vitalità del partito".

"La mia scelta prescinde dalle vicende giudiziarie. Il comportamento di M5S e dei suoi principali esponenti lo definisco inqualificabile ma non ha influito sulla mia scelta", spiega De Vito che, a proposito delle possibili scelte della sorella, Francesca, che siede nel Consiglio regionale del Lazio dove è stata eletta nel M5S, dichiara: "Le scelte politiche di mia sorella sono di carattere individuale. Da quello che leggo, vedo che per motivi analoghi ai miei è in contrapposizione con il M5S. A cosa porterà saranno decisioni di mia sorella", conclude.

"Provo autentico ribrezzo per la scelta, di cui nulla sapevo fino a stanotte, e da cui mi dissocio, di imbarcare in Forza Italia un grillino dei peggiori, personaggio pessimo non perché indagato ma perché candidato contro Forza Italia a suon di video in cui ci dava dei ladri e dei mafiosi". Così Andrea Ruggieri, in un video su Instagram, commenta l'adesione di Marcello De Vito a Forza Italia. "Davvero non si riesce a importare gente nuova e in gamba, e si preferisce riciclare un grillino insultatore poi persino arrestato per corruzione, e che oggi si permette persino di indicare la rotta a Forza Italia? Se la dirigenza di Forza Italia è così disperata e ormai capace solo di dissipare consenso con scelte folli, anziché cercarne di nuovo reclutando persone nuove e in gamba, rifletta se passare di mano il testimone", conclude Ruggieri.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie