Politica
  1. ANSA.it
  2. Politica
  3. Il tunnel della discordia lungo 57,5 chilometri

Il tunnel della discordia lungo 57,5 chilometri

La tratta principale costa 8,6 miliardi. Già al lavoro 800 persone

 La nuova ferrovia Torino-Lione a cui il presidente del Consiglio Conte sembra ora deciso a dare il via libera è lunga 270 chilometri ed è l'anello centrale del Corridoio Mediterraneo, uno dei 9 assi della rete di trasporto europea TEN-T.
    - E' in costruzione la sezione transfrontaliera, 65 chilometri tra Susa, in Italia, e Saint-Jean-de Maurienne, in Francia, per un costo di 8,6 miliardi di euro, certificato dalla società internazionale Tractebel Engineering-Tuc Rail. Il 40% dell'importo è cofinanziato dall'Unione Europea, la quota restante è a carico di Italia (35%) e Francia (25%). Fino a oggi, in studi e progetti, sono stati investiti circa 1,5 miliardi di euro. Fermare la Tav Torino-Lione potrebbe costare, in penali e risarcimenti, secondo alcune ricostruzioni 2 miliardi di euro; il movimento No Tav e le associazioni ambientaliste sostengono invece che nessuna penale sarebbe dovuta.
    - Quasi il 90% della tratta in costruzione è in galleria, i 57,5 km del 'tunnel della discordia', una doppia canna tra le stazioni di Susa e Saint-Jean-de Maurienne (45 in territorio francese), consente di annullare il dislivello della vecchia Torino-Lione facendone una linea in pianura.
    - La realizzazione dell'opera e la successiva gestione sono state affidate alla società Telt. L'iter approvativo si è concluso nel marzo 2018 quando il Cipe ha detto sì alla variante dei cantieri sul versante italiano, che prevede la partenza dei lavori principali dell'opera a partire da Chiomonte anziché da Susa.
    - Attualmente lavorano all'opera quasi 800 persone, di cui 530 impegnate nei cantieri e 250 in società di servizi e ingegneria. Nel picco dell'attività - secondo Telt - saranno 4.000 i lavoratori diretti coinvolti, altrettanti quelli generati nell'indotto.
    - Entro quest'anno è previsto l'affidamento di appalti, ora rinviati, per un importo di 5,5 miliardi. I lavori sono organizzati in 81 bandi di gara distribuiti su 12 cantieri operativi: 9 per i lavori dell'attraversamento alpino, 2 per la valorizzazione dei materiali di scavi, in Italia e in Francia, e 1 per gli impianti tecnologici e la sicurezza. Quarantacinque gare riguardano le lavorazioni civili, 36 i servizi di ingegneria.
    - A oggi è stato scavato il 14% delle gallerie previste e a Saint-Martin-La-Porte si è superato il 55% dei 9 km della galleria geognostica, ma già in asse e nel diametro del tunnel di base. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Modifica consenso Cookie