Tonfo delle borse, aleggia lo spettro della crisi 2008

L'Europa brucia 328 miliardi. Giovedì nero a Wall Street, i listini perdono oltre il 4%

 Nuovo tonfo delle borse mondiali.  Avviandosi verso la settimana peggiore dal 2011, l'Europa chiude in profondo rosso e vede svanire 328 miliardi. Milano perde il 2,66%, scivola ai minimi da dicembre e brucia 14 miliardi. Male Londra e Parigi, che accusano perdite superiori al 3%. Affonda anche Wall Street, impegnata in una corsa senza freni verso i suoi sette giorni peggiori dalla crisi finanziaria. I listini americani chiudono con perdite oltre il 4% in quello che alcuni osservatori definiscono un nuovo "bagno di sangue" con gli indici in "caduta libera". Il giovedì è stato particolarmente nero per il Dow Jones e lo S&P 500 che hanno accusato le perdite maggiori della storia in termini di punti. Crollano anche il petrolio, che aggiorna i minimi degli ultimi 13 mesi perdendo il 3,9%, e i rendimenti dei Treasury: scendono ai nuovi minimi storici con la fuga degli investitori verso i beni rifugio.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie