Calano bagagli persi-ritardo, -60% 7 anni

Rapporto Sita, per compagnie e scali risparmio di 18 miliardi di dollari

Il tasso di bagagli 'disguidati', cioè riconsegnati in ritardo, danneggiati, smarriti o rubati, nel 2014 è stato di 7,3 ogni 1.000 passeggeri, in calo dai 18,8 su 1.000 del 2007. È quanto emerge dal Baggage Report 2015 di Sita (società internazionale telecomunicazioni aeronautiche): dal 2007 il tasso dei bagagli disguidati è calato del 61% a livello mondiale, con un risparmio di 18 mld di dollari per il settore. Nel complesso nel 2014 il 99% dei bagagli è stato riconsegnato regolarmente.

Questo risultato, evidenzia Sita, è particolarmente significativo se si considera il forte aumento di passeggeri registrato in questi anni (+46%). Dal 2013 al 2014 il numero dei passeggeri è cresciuto del 5,5% a livello mondiale, e i fattori di carico degli aeromobili sono aumentati del 79,7%. Proprio questo incremento di pressione sui sistemi esistenti ha innalzato leggermente il tasso di bagagli disguidati rispetto al 2013, quando si toccò il minimo di sempre di 6,96 bagagli disguidati ogni 1.000 passeggeri. Oltre l'80% dei bagagli disguidati nel 2014 sono stati riconsegnati, seppur in ritardo, e la causa principale del ritardo è derivata da casi di scalo e relativo trasferimento da un volo a un altro. Il 49% dei bagagli disguidati riguarda infatti viaggi con scalo. Nella maggior parte di questi casi il bagaglio è stato riconsegnato al passeggero nel giro di uno o massimo due giorni. "Il miglioramento nella gestione bagagli nel corso degli ultimi sette anni è in gran parte il risultato dei forti investimenti in tecnologia e innovazione nei sistemi automatizzati e dei processi per la gestione bagagli", spiega il ceo di Sita Francesco Violante.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie