Cronaca
  1. ANSA.it
  2. Cronaca
  3. Covid: Aveva fatto 2 dosi, sta bene primo caso Omicron italiano

Covid: Aveva fatto 2 dosi, sta bene primo caso Omicron italiano

Professionista in isolamento con 5 familiari, tutti positivi

Era vaccinato con due dosi, si riprometteva di fare la terza appena i suoi impegni di lavoro nel mondo glielo avessero consentito. Sta bene, nella sua abitazione con i propri familiari, il professionista campano, dipendente di una multinazionale, finito sotto i riflettori della cronaca come primo paziente italiano colpito dalla variante Omicron del Covid 19.

Nel pomeriggio la Regione Campania aveva dato notizia del caso sospetto - che ha fatto subito scattare il protocollo di sicurezza con il tracciamento dei contatti e l'isolamento dei positivi - e in serata l'Istituto superiore di sanità ha diffuso i primi dati del sequenziamento, che mostrano tracce genomiche riconducibili proprio alla temuta variante isolata per la prima volta in Sudafrica.

In attesa di ulteriori esami e della conferma definitiva, l'uomo è nella sua abitazione con i cinque familiari conviventi contagiati con ogni probabilità nella scorsa settimana, dopo il rientro dall'Africa meridionale del loro congiunto. La Regione monitora le condizioni dei sei, che al momento non destano alcuna preoccupazione, attendendo i risultati del sequenziamento sui tamponi eseguiti dai congiunti. Il fatto che l'uomo fosse vaccinato con due dosi, secondo i sanitari, da un lato testimonia l'elevata capacità infettiva della variante, dall'altro però conferma che in ogni caso le immunizzazioni riducono in maniera determinante le conseguenze della malattia.

L'uomo era rientrato dal Mozambico con un volo atterrato a Milano: allo sbarco è stato sottoposto a tampone risultato successivamente positivo. L'allarme di questi giorni sui viaggiatori di rientro dall'Africa australe ha acceso i riflettori sul suo caso, facendo partire riscontri più approfonditi su di lui e sui suoi familiari, residenti in Campania.

A quanto si apprende l'uomo, abituato a viaggiare in tutto il mondo per lavoro, e i suoi familiari sono sereni e seguono da casa i notiziari in cui si parla di loro. Insomma il caso non suscita allarmi particolari per questi pazienti, ma spinge il governatore Vincenzo De Luca a sottolineare per l'ennesima volta l'importanza delle regole di prevenzione, cominciando dall'uso delle mascherine che in Campania è rimasto sempre obbligatorio, al chiuso e anche all'aperto ove non sia possibile mantenere il distanziamento. Norme che però, avverte De Luca, richiedono "il massimo controllo da parte delle forze dell'ordine e delle polizie municipali". Il caso del paziente colpito dalla variante Omicron "ci invita ancora una volta a completare tutti il ciclo di vaccinazione e ad avere comportanti ispirati alla massima prudenza, a cominciare dall'uso della mascherina", ricorda il presidente della Regione. 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie