Cronaca

Vaccini: Lazio, primi test salivari scuole sentinella

D'Amato, circa 30mila alunni interessati su territorio regionale

Nel Lazio al via i test salivari nelle scuole sentinella con "circa 30 mila alunni interessati sul territorio regionale". Lo dice l'assessore della Regione alla Sanità, Alessio D'Amato, in visita all'istituto comprensivo Bachelet, nel quartiere Torrino di Roma, dove è iniziata la raccolta di campioni tra gli studenti volontari.

"Sono iniziate le operazioni, molto semplici e non invasive - spiega -. E' un test con prelievo salivare di natura molecolare che viene processato in laboratorio. Se c'è un caso positivo, viene isolato. Tutta questa attività - continua D'Amato - serve per evitare chiusure di plessi scolastici, per intervenire chirurgicamente lì dove ci potrebbero essere casi di positività".

Quanto alle terze dosi di vaccino, l'assessore indica che "stiamo già reclutando i trapiantati di organo solido, che nella nostra regione sono circa 5 mila e si stanno contattando proprio in queste ore per fissare gli appuntamenti presso le strutture di vaccinazione. Inoltre - aggiunge - siamo in attesa della circolare ministeriale in cui, oltre ai trapiantati vengano definiti gli altri soggetti, sicuramente parleremo degli immunodepressi. Ci sarà sicuramente la parte oncoematologica, ma poi questo lo vedremo con la circolare".

"I trapiantati - conclude l'assessore - potrebbero avere un minor tasso anticorpale e, pertanto, un richiamo aumenta la capacità di prevenzione e sicurezza, nel caso venissero a contatto con la malattia". 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie