Basket, riscatto Dinamo in Champions

Ora la testa è già alla partita sul campo del Trieste

La Dinamo è tornata. Dopo il mini blackout di sabato scorso, costato la sconfitta casalinga contro Trento in campionato, i ragazzi di coach Pozzecco hanno reagito subito superando al PalaSerradimigni gli israeliani dell'Unet Holon per 83-73, nel game 13 di Champions League. Una vittoria che vale il secondo posto matematico nel girone, nell'attesa della gara di oggi dell'altra capolista, il Turk Telecom. Una prestazione convincente per le canotte biancoverdi che prima dell'inizio del match hanno reso omaggio con tutto il palasport a Kobe Bryant, la leggenda Nba scomparsa tragicamente domenica in un incidente col suo elicottero.

La gara è stata molto combattuta ma la Dinamo ha tenuto sempre il controllo del gioco e del punteggio, con il ritrovato Evans (17 punti e 10 rimbalzi), il nuovo arrivo Coleby (10 punti e 8 rimbalzi) e il solito Miro Bilan (15 punti e 6 rimbalzi) a respingere colpo su colpo i tentativi di riaggancio dell'Holon, sospinto da un indemoniato Marcus Foster.

A fine partita la festa è doppia, perché insieme alla vittoria la Dinamo ha festeggiato la convocazione nella nazionale italiana di Marco Spissu e Michele Vitali, chiamati da coach Meo Sacchetti al raduno azzurro in vista della doppia sfida con Russia ed Estonia, il 20 e 23 febbraio, valida per le qualificazioni all'Europeo 2021.

"Abbiamo sudato le classiche sette camicie, ma abbiamo vinto giocando con fiducia e serenità", ha commentato a fine gara coach Giammarco Pozzecco. Ora la concentrazione della Dinamo ritorna sul campionato italiano dove domenica l'aspetta la sfida in trasferta sul campo di Trieste.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie