Sisma, 3 magistrati per inchiesta Ascoli

Renzo, in Procura anche denunce di privati cittadini

Tre magistrati della Procura di Ascoli Piceno indagheranno sulle conseguenze del terremoto del 24 agosto scorso che ha causato morte e distruzione nel territorio del Comune di Arquata del Tronto. Il procuratore capo Michele Renzo ha affidato ai sostituti Umberto Monti, Cinzia Piccioni e Mara Flaiani il fascicolo che al momento resta aperto a modello 45 (notizie che non costituiscono reato). I tre magistrati sono a a capo di un pool investigativo che comprende Carabinieri, Polizia, Forestale, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco. "Un pool che all'occorrenza potrà contrarsi e essere allargato, secondo le esigenze che emergeranno. Ognuno si occuperà dei vari aspetti dell'inchiesta, nell'ambito delle proprie competenze" ha detto Renzo, rivelando che sono giunte in Procura denunce di privati cittadini. "Persone - ha spiegato - che hanno affidato a ditte e tecnici lavori di ristrutturazione di abitazioni che sono crollate con il terremoto o hanno riportato gravi danni".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie