Birraio dell'Anno 2021, vince l'Abruzzo con Opperbacco

Fermento Birra premia il produttore Luigi Recchiuti

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Il Birraio dell'Anno 2021 è Luigi Recchiuti del birrificio Opperbacco, realtà abruzzese di Notaresco (Teramo). Il titolo è stato assegnato dai 100 giudici di Fermento Birra, premio nazionale che da 12 anni riconosce il miglior produttore di birra italiana. Il birrificio Opperbacco nasce nel 2009, il suo nome, attraverso un gioco di parole, vuole ricordare la zona collinare vocata al vino nel quale è presente mediante un logo in cui è raffigurato il "famoso bacco di Caravaggio con uno spumeggiante bicchiere di birra al posto del calice di vino". Luigi Recchiuti, dopo una laurea in scienze agrarie, inizia il suo viaggio nella produzione della birra partendo dalla "gavetta" prima come homebrewer "per poi affidarsi all'esperienza di un birraio navigato come Leonardo di Vincenzo, allora in forza a Birra del Borgo". Tra le carte vincenti- spiega una nota- che hanno permesso a Recchiuti di essere premiato c'è il progetto Nature e Abruxensis. La linea Nature è realizzata in una stanza climatizzata dove riposano 8 tonneaux e 16 barriques provenienti da cantine. La Nature è in particolare fermentata su un pied de cuve di uve, nel 2019 di Montepulciano o Trebbiano, vitigni tipici abruzzesi. Le uve vengono pigiate con i piedi e deraspate a mano, e una volta partita la fermentazione, dopo tre giorni viene aggiunto nella botte il mosto di birra. Nelle botti finisce anche la frutta locale, come amarene, pesche e ancora uva. La linea Abruxensis è prodotta invece inoculando un mix di lieviti selvaggi. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie