Porsche Italia: il 2021 vicino ai record pre-pandemia

Registrato il secondo migliore risultato della sua storia

Redazione ANSA ROMA

Porsche Italia chiude il 2021 avvicinandosi ai risultati record pre-pandemia. Con 6.274 vetture consegnate ai clienti, la filiale italiana della Casa di Zuffenhausen registra il secondo migliore risultato della sua storia. Nonostante il prolungarsi dell'emergenza sanitaria e la problematica della scarsa disponibilità di semiconduttori con relative ripercussioni sulle consegne, il mercato del 2021 ha premiato Porsche Italia con un incremento dell'8% rispetto all'anno precedente, confermando l'Italia al terzo posto nella classifica europea dopo Germania e Gran Bretagna.
    "Essere tornati a superare la quota di 6.000 vetture consegnate è stato possibile solo grazie a un'offerta di prodotti e servizi vincenti, una squadra di colleghi appassionati e una grande dedizione da parte della nostra rete di concessionari - commenta Pietro Innocenti, Amministratore Delegato di Porsche Italia. "Inoltre iniziamo il 2022 con più di sei mesi di ordini già in portafoglio".
    Macan si conferma il modello più venduto in Italia con 2.265 consegne, seguita da Cayenne (1.525 vetture consegnate, l'81% delle quali in versione coupé e il 64% con motorizzazioni ibride) e dalla 911 che, con 1.248 esemplari consegnati, resta leader nel proprio segmento di mercato. Una menzione particolare merita Taycan, prima elettrica Porsche. A due anni dalle prime immatricolazioni, sono 620 gli esemplari consegnati (il 10% del totale), un trend sostenuto dalle versioni a trazione posteriore della berlina e della variante Cross Turismo.
    Nella classifica vendite di Porsche Italia chiudono i 338 esemplari della Panamera (di cui l'85% ibride plug-in) e i 278 esemplari della 718, nelle versioni Boxster e Cayman.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie