Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Arsenale trovato nella Locride, anche Kalasnhikov e mitra Uzi

Arsenale trovato nella Locride, anche Kalasnhikov e mitra Uzi

Scoperto dai carabinieri in un casolare, arrestato un 77enne

CARERI, 04 marzo 2024, 10:58

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un arsenale con armi comuni e da guerra e migliaia di munizioni è stato scoperto dai carabinieri a Natile di Careri, nella Locride, insieme ad oltre 17 chili di droga di vario tipo. I militari, che hanno arrestato un 77enne, in particolare hanno trovato 10 pistole, una carabina di precisione con ottica Swarovski, 4 mitragliatrici, di cui due israeliane marca Uzi, 4 fucili semiautomatici, un Kalasnhikov AK-47 smontato, 3 silenziatori, 45 caricatori per varie armi e più di 6300 munizioni di vario calibro.
    Tra le armi rinvenute, quasi tutte con matricola abrasa, ne sono emerse alcune oggetto di furti commessi nelle provincie di Alessandria, Firenze, Pisa e Pavia tra il 2009 e il 2011, e per le quali sono già in corso accertamenti per verificare eventuali collegamenti con altri eventi delittuosi.
    La scoperta è avvenuta nel corso di un'operazione coordinata dalla Procura di Locri e condotta dai carabinieri della Compagnia di Locri e dello Squadrone eliportato Cacciatori di Calabria per il contrasto ai furti di energia elettrica. I militari, avendo percepito un forte odore di marijuana provenire da una delle abitazioni oggetto di controllo, hanno deciso di approfondire la verifica, effettuando una perquisizione domiciliare.
    Una volta entrati in casa, i carabinieri hanno trovato una stanza completamente sigillata e utilizzata come serra indoor per la coltivazione di canapa indiana; decine di confezioni contenenti complessivamente oltre 12 chili di marijuana già essiccata e pronti alla vendita; 4,5 chili di cocaina pura suddivisa in diversi involucri; 2 panetti di eroina da 500 grammi ciascuno e quasi mezzo chilo di hashish.
    Quindi, nascoste in parte in un deposito e in parte in un'intercapedine creata ad hoc nel sottotetto in cartongesso, è stato trovato l'arsenale.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza