Confindustria L'Aquila,60% imprese ferme

Oltre tremila lavoratori in cassa integrazione

(ANSA) - L'AQUILA, 3 APR - Il 60% delle industrie in provincia dell'Aquila ha fermato l'attività, oltre tremila i lavoratori in cassa integrazione. Sono i primi dati del report di Confindustria L'Aquila Abruzzo Interno sull'emergenza economica legata al Covid-19. "Nei prossimi mesi si prevede un drastico peggioramento dell'economia provinciale - dice il presidente Riccardo Podda - abbiamo registrato uno shock congiunto di offerta e di domanda: al progressivo e necessario blocco di molte attività economiche ha fatto seguito un crollo della domanda di beni e servizi, sia dall'interno sia dall'Estero".
    "Stanno emergendo i nodi strutturali legati alla situazione delle aree interne - spiega il direttore di Confindustria L'Aquila Francesco De Bartolomeis - A farne le spese sono soprattutto i comprensori in ritardo di sviluppo, Abruzzo interno e provincia dell'Aquila". Podda rimarca la necessità "di un sostegno alla liquidità delle imprese, con linee di credito a tasso zero e tempi di restituzione molto lunghi, a 30 anni".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie