Torna al Forte di Bard World Press Photo

Dal 6 dicembre al 6 gennaio 2020, esposte le 140 foto vincitrici

Redazione ANSA AOSTA

 AOSTA - Tornano al Forte di Bard le migliori fotografie giornalistiche internazionali del World Press Photo.
    Dal prossimo 6 dicembre al 6 gennaio 2020 il centro espositivo valdostano propone un allestimento delle 140 immagini aggiudicatesi il più prestigioso premio al mondo di fotogiornalismo e rappresentative del 2018. La vincitrice è intitolata Crying Girl on the Border di John Moore che mostra la piccola Yanela Sánchez, originaria dell'Honduras, che si dispera mentre la madre viene perquisita da agenti della polizia di frontiera statunitense a McAllen, in Texas. Tre i fotografi italiani finalisti per il World Press Photo 2019: Marco Gualazzini, Lorenzo Tugnoli e Daniele Volpe. Novità di questo anno è il Premio World Press Photo Story of the Year, assegnato all'olandese Pieter Ten Hoopen con The Migrant Caravan. Ideato nel 1955 dalla World Press Photo Foundation di Amsterdam, il concorso ha selezionato in questa edizione 78.801 fotografie di 4.738 fotografi di 129 paesi. In occasione del primo giorno di apertura, venerdì 6 dicembre, sono previste due visite guidate: la prima alle 10.30, curata da Samira Damato, exhibitions manager and curator della mostra, e alle 12 con Olivia Harris, fotografa premiata con il primo premio nella sezione Contemporary Issues - Stories.(ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA