A Orvieto al via il festival Dialogo

Dedicato al Mediterraneo: mare che unisce o divide?

Redazione ANSA Orvieto

ORVIETO - Al via la quinta edizione del "Festival del Dialogo" promosso dall'Associazione Culturale ApertaMenteOrvieto e patrocinata dal Comune di Orvieto, che si svolge al Palazzo del Capitano del Popolo di Orvieto, da venerdì 12 a domenica 14 ottobre. Tema di quest'anno è "Mediterraneo: mare che unisce o divide?" Tre giornate a cui parteciperanno filosofi e docenti universitari ed incentrate su questa importante tematica nella quale un ruolo attivo hanno avuto anche le scuole elementari e medie dell'Orvietano. Quest'anno il programma del Festival del Dialogo si arricchisce di altri 3 giorni (4-5-6 ottobre) per la prima edizione di Orvieto Cinema Fest che si terrà al Teatro Mancinelli come prologo del festival.

   Si inizia venerdì 12 ottobre al Palazzo del Capitano del Popolo. Dalle 9 alle 13, nella Sala dei 400 verranno presentati i lavori delle scuole elementari e medie dell'Istituto comprensivo Orvieto-Baschi. La giornata prosegue poi nel pomeriggio. Alle 17 è in programma la tavola rotonda in collaborazione con Slow Food Italia su "La cucina mediterranea: sapori e saperi condivisi".
Sono previsti gli interventi di Abderrahmane Amajou - Responsabile del Festival Inter- nazionale della Cucina, Salvatore Giannini - Responsabile Slow Food Nazionale, Emanuela Leonardi - C.F.P, Giuseppe Russo - Assegnista di ricerca presso il CNR IBAF . La tavola rotonda sarà intervallata da letture a tema a cura dell'Associazione “Lettori Portatili" . Alle 19 si potranno degustare i prodotti tipici della dieta mediterranea grazie alle prelibatezze cucinate dai ragazzi del Csf (centro servizi formativi) di Orvieto.
  Sabato 13 ottobre, sempre nella location di Palazzo del Popolo, verrà allestito un mercatino con prodotti del Mediterraneo. Il pomeriggio si aprirà poi alle ore 17 con la tavola rotonda dal titolo "Mediterraneo: il valore di un confine mobile". Su questo tema si confronteranno Caterina Resta - Professoressa ordinaria di Filosofia Teoretica dell’Università di Messina, Aldo Meccariello - Dottore di ricerca e docente di Filosofia nei licei - Direttore della rivista filosofica online Kainòs, Giuseppe Girgenti - Professore associato di Storia della Filosofia Antica presso l’Università Vita Salute San Raffaele Milano. Modera l'incontro Alessandro Volpi. La tavola rotonda sarà intervallata da letture a tema a cura dell'Associazione “Lettori Portatili" .
Domenica 14 ottobre, nel pomeriggio, il Festival 2018 si concluderà con la presentazione dei lavori delle scuole elementari e medie dell'Istituto Comprensivo Orvieto - Montecchio. Con la partecipazione dell’I.I.S. ACP di Orvieto Sezione Enogastronomia e della scuola di danza Scarpette Rosse di Loredana Materazzo. Per tutta la durata del Festival del Dialogo, all’interno della Sala Expo del Palazzo del Popolo sarà allestita la mostra di pittura, scultura e fotografia a cura di Anna Appolloni.
   

   “In molti mi hanno chiesto come sia nato il tema di questa edizione – ha spiegato il presidente dell’Associazione ApertaMenteOrvieto Erasmo Bracaletti - Abbiamo voluto ripercorrere, ricostruire la storia del Mediterraneo inteso come incrocio culturale della nostra storia, Mediterraneo mare funesto dei nostri tempi. E quindi abbiamo cercato di delineare quale sarà il ruolo del Mediterraneo nel futuro di un mondo sempre più globalizzato''.

 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: