Manoscritti alchemici a Sacro convento

Con essi francescani indagavano leggi perfezionamento materia

Redazione ANSA ASSISI (PERUGIA)

ASSISI (PERUGIA) - Per la prima volta 11 manoscritti alchemici del XVI e XVII secolo verranno mostrati e illustrati al pubblico. Accadrà sabato 23 giugno alle 17 presso la Biblioteca del Sacro convento di Assisi.
    Saranno il direttore della Biblioteca della Basilica di San Francesco, fra Carlo Bottero e il professore Paolo Capitanucci, dell'Istituto teologico di Assisi, a presentare questo corpus iconografico, contestualizzandolo all'interno di quella tradizione di studi alchemici, ormai nota agli studiosi, che fin dai primordi ha caratterizzato l'ordine francescano. Attraverso questi manoscritti - spiega la sala stampa del Sacro convento - i "francescani alchimisti" si proponevano fondamentalmente di indagare le leggi che presiedono ai processi di "perfezionamento" della materia e dello spirito umano, per sfruttare le virtualità presenti nella natura al fine di prestare soccorso a bisognosi ed ammalati.
    Per l'occasione verrà pubblicata la mostra online dedicata a questo "tesoro" sconosciuto. Il percorso offre agli appassionati una lettura d'insieme del significato che i manoscritti alchemici hanno rappresentato per i frati nel Medioevo e che ancora oggi sono oggetto di studio. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA